Come bilanciare le reazioni chimiche?     Qual è la procedura da seguire?

 Un’equazione chimica si presenta sotto la seguente forma:

 

I reagenti (le sostanze che reagiscono tra loro) -------> i prodotti (ciò che si ottiene)

In una equazione chimica,  i reagenti e i prodotti sono sempre scritti  attraverso i loro simboli chimici.

  Si sa che in chimica, NULLA SI CREA E NULLA SI DISTRUGGE per il principio di conservazione della massa: il numero totale degli atomi di tutti gli elementi presenti nei prodotti di reazione deve essere uguale al numero totale degli atomi di tutti gli elementi presenti nei reagenti, quindi tu devi sempre avere tanti atomi di ogni tipo (per esempio H, O, C, Ca,…) su ciascun lato della freccia della tua equazione.

  Per questo devi aggiungere, se necessario, dei numeri “stechiometrici” DAVANTI  ai simboli chimici delle sostanze.

 

ATTENZIONE, i numeri che tu aggiungi devono, per forza essere posizionati DAVANTI ai simboli chimici. TU NON PUOI MODIFICARE I NUMERI che sono a indice  della formula chimica perché essi fanno parte della formula chimica della sostanza stessa. È come il tuo cognome, non si può modificare la sua ortografia!!

 

     Ecco un esempio
 

Equazione chimica tra la molecola biatomica di O2 e l’alluminio Al. Si forma l’ossido di alluminio Al2O3 (reazione di sintesi)

 

1)      Scrivi l’equazione della reazione: (reagenti a sinistra, prodotti a destra)

Al + O2 --------------------------> Al2O3

 

2)      «bilanciamento» o meglio  "aggiustamento dei numeri stechiometrici", quindi:

a sinistra della freccia, hai 1 atomo di Al. A destra ne hai 2 in Al2O3, bisogna quindi che tu metta 2 atomi di alluminio a sinistra. Perciò, scrivi 2 davanti al simbolo Al.
 

Ciò porta, provvisoriamente, a:  2 Al + O2 ----------------------------------->  Al2O3
 

   3)   Occupiamoci adesso degli atomi di O: ne hai 2 a sinistra della freccia e 3 a destra; si deve quindi “moltiplicare” O2 a sinistra per 3 e Al2O3  a destra per 2 al fine d’avere la stessa quantità d’ossigeno a destra e a sinistra della freccia.

 

Attenzione, quando si moltiplica   Al2O3   per 2, è TUTTA la formula chimica che è moltiplicata, compresa la parte Al2.

 

Si ottiene dunque la seguente equazione provvisoria. 2 Al + 3O2 ----------------------------------->  2Al2O3

 

   4) MA, non si può dimenticare che moltiplicando Al2O3 per 2, si è modificato il numero di atomi di Al a destra. Infatti ce ne sono 4!!

Bisogna quindi sostituire il numero 2 che inizialmente si era sistemato davanti Al all’inizio, e cambiarlo col 4.

 

Ciò porta, quindi, definitivamente a: 4Al + 3O2 ----------------------------------->  2Al2O3

 

 Si controlla tutto un’ultima volta :
 

Per Al: a sinistra se ne hanno 4 -------- a destra, se ne hanno ugualmente 4 ( 2 volte Al2) ------> OK

 

Per O: a sinistra, se ne hanno 6 (3 volte O2) -------- a destra, se ne hanno ugualmente 6 (2 volte Al2O3) ------> OK
 


 

Facciamo un altro esempio
 
Equazione chimica tra  sodio Na e acqua
H2O. Si forma idrossido di sodio ed idrogeno (reazione di scambio semplice)

 

Na + H2O  ---------------------> NaOH + H2

Questa equazione è più complessa della precedente.

     1)  Iniziamo con il sodio e vediamo che è bilanciato (1 a sinistra e 1 a destra).

     2) Osserviamo che l'ossigeno è nella medesima situazione. Sembra tutto molto semplice ma quando proseguiamo con l'idrogeno ne contiamo 2 atomi a sinistra e complessivamente 3 a destra (1 atomo nella molecola NaOH e 2 atomi in H2).

     3) Per bilanciare l'idrogeno posso scrivere un 2 davanti al composto NaOH e ottenere così globalmente 4 atomi di idrogeno a destra; a questo punto scrivo un altro 2 davanti a H2O per avere 4 atomi di idrogeno anche a sinistra.

Ciò porta, provvisoriamente, a questo:

Na +2 H2O 2 NaOH + H2

      4)   Ora siamo costretti a ricontrollare l'ossigeno (2 atomi a sinistra e 2 a destra; è bilanciato) e il sodio. Quest'ultimo elemento compare con 1 atomo a sinistra e 2 a destra; dobbiamo scrivere un 2 davanti all'elemento sodio e l'equazione bilanciata si presenta adesso nel seguente modo:

2 Na +2 H2O 2 NaOH + H2

In questo caso è stato necessario modificare tre coefficienti stechiometrici per arrivare al bilanciamento.

Spero d’essere stata chiara ..... buon lavoro!!